Jazz Agenda

Marisa Petraglia e il disco Unusual: "un album che dimostra la versatilità della voce"

Pubblicato dall'etichetta Emme Record Label, Unusual è il disco d'esordio della vocalist Marisa Petraglia. Un progetto versatile e dinamico che ha visto la partecipazione di musicisti di alto livello quali Adam Pache alla batteria, Francesco Puglisi al contrabbasso e Andrea Rea al piano. Marisa Petraglia ci h raccontato questo progetto:

"Particolare, diversa, insolita sono sicuramente gli aggettivi che maggiormente hanno attribuito alla mia vocalità in questi anni ed il titolo del mio esordio discografico è proprio un invito a conservare ciò che rende "Unusual" ciascuno di noi perché, lì sta la nostra vera forza. Ho avuto il piacere e l'onore di essere accompagnata da eccellenti musicisti che mi hanno ispirata con la loro maestria come Adam Pache, Giovanni Amato, Pietro Condorelli, Francesco Puglisi, Andrea Rea. L' idea dell'album ha cominciato a prendere piede in un periodo molto difficile della mia vita e in un momento triste ero al piano, ho chiuso gli occhi ed ho iniziato a cantare commuovendomi.. Così è nato To my Angel..che ho condiviso subito con Pietro e da lì pian piano tutto è venuto in modo spontaneo. Ho concepito questo album con l'obiettivo di dimostrare quanto la voce possa essere versatile, potente, indipendente, coraggiosa ma allo stesso tempo delicata e attenta. Infatti i contesti musicali in cui la voce è immersa sono tutti ben differenti per le formazioni che l’accompagnano, per la scelta dei brani e gli stili presenti. (poi qui non so che aggiungere dei brani perché già ne ho parlato tanto nella presentazione del progetto che ti ho inviato)

Marisa Petraglia ci racconta anche il percorso che ha portato alla nascita del disco...

"Il mio percorso artistico è lontano e vicino da quello di tanti miei colleghi. Non sono cresciuta circondata da musica ma sono cresciuta fin da bambina con l'idea della musica e di quello che volevo comunicare attraverso di essa. Questa mia determinazione talvolta mi ha portato ad essere incompresa ma è stata anche la chiave che mi ha dato la spinta a studiare di tutto semnza tralasciare niente, per divorare e fare mio tutto ciò che potevo. Studiare al conservatorio, studiare privatamente con tanti insegnanti davvero eccezionali, fare jam, workshop e seminari, ascoltare concerti..tutto ciò nel tempo mi ha dato la possibilità di rendere fruibile a tutti attraverso la mia voce e la mia musica quella particolare idea della musica che ho avuto da sempre." 

Punto di arrivo o di partenza? Ecco cosa rappresenta questo disco per Marisa Petraglia...

"Unusual rappresenta per me un punto di arrivo e un punto di partenza allo stesso tempo. Punto di arrivo perché è la soluzione e la chiusura della prima parte del percorso della mia vita che mi ha allontanata e avvicinata alla musica continuamente. Unusual però è soprattutto un punto di partenza perché rappresenta quel primo tassello di un mosaico  di musica che voglio continuare a costruire ancora più tenacemente perché la mia vita è la musica e io voglio continuare a vivere con la  musica." 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS