Jazz Agenda

Lee Mays: 'Lo smooth jazz mi ha aperto le porte per eseguire le mie canzoni dal vivo'

Lee Mays, noto cantautore di Dallas, Texas, conosciuto a livello internazionale, si è fatto strada in Italia grazie alla sua partecipazione al concerto di Piazza di Spagna del Fashion&Talent nel 2019. Dopo essere apparso in Rai e su Lazio Tv come colonna sonora di alcuni cortometraggi, Lee Mays decide di promuovere un suo inedito nelle radio e nei magazine italiani. Rainbow In My Heart, distribuito da The Orchard/ Sony Music Entertainment, è uscito qualche mese fa e ha un tappeto sonoro tipicamente smooth jazz con atmosfere pop/R&B capace di ammaliare qualunque genere di ascoltatore. In questa intervista ne abbiamo approfittato per chiedere a Lee qualcosa in più sul nuovo singolo e sul suo passato. La sua esperienza e competenza ci hanno lasciati estasiati.

Lee Mays. Un onore poter parlare con te.  La prima cosa che vorrei chiederti è qual è il modo di fare musica cristiana contemporanea, da quando hai iniziato negli anni '70 ad oggi?

Quando ho registrato il mio primo album intitolato "Shine Your Love" di Percy Mays nel 1975 ero nuovo nel mondo della registrazione musicale. Non ero mai stato in uno studio di registrazione prima. Sebbene fossi considerato "il produttore", di tanto in tanto durante le sessioni facevo affidamento sull'aiuto del tecnico del suono.  Essenzialmente prendevo le decisioni su come volevo che le mie canzoni venissero suonate e mi assicuravo che ogni canzone fosse arrangiata esattamente come volevo. A quei tempi tutto era analogico. C'era un nastro di registrazione master in acetato da 2 pollici (50,8 mm) che si trovava su un registratore a bobina. Oggi tutto è elettronico e informatizzato. Quindi con le nuove tecnologie e con l’intelligenza artificiale è molto più semplice registrare e produrre la musica di oggi.

Cosa pensi delle realtà attuali che fanno christian music a livello internazionale? Mi viene da pensare ad artisti come Michal W.Smith o tutti quegli artisti che discendono  dalla Hillsong Music...

Questa è una domanda difficile a cui rispondere perché non mi considero più un artista cristiano contemporaneo. Inoltre, non ascolto la musica cristiana contemporanea di oggi; quindi, la mia risposta non sarebbe al livello di un avido ascoltatore di CCM. All'inizio della mia carriera musicale, ero un artista CCM. Il periodo in cui sono stato attivo è stato dai primi anni '70 fino al 1981, anno in cui ho lasciato completamente l'industria musicale per più di tre decenni. Durante gli oltre 30 anni in cui ho smesso di viaggiare e ho terminato le mie esibizioni sul palco, ho continuato a scrivere canzoni. Ho scritto sia canzoni cristiane che canzoni secolari che erano di natura pop e jazz romantico. Quando ho deciso di tornare nel mondo della musica come artista nel 2010, il mio genere preferito era lo smooth jazz. Sono state le canzoni smooth jazz che mi hanno aperto le porte per eseguire le mie canzoni originali in alcuni dei migliori jazz club di Mosca, San Pietroburgo, Siberia, Kiev, Riga e Minsk. Anche se ora eseguirò una o due canzoni cristiane nei miei concerti dal mio famoso album "Shine Your Love" di Percy May del 1976, mi considero un artista smooth jazz.

Negli Stati Uniti, un artista che si occupa di musica cristiana, forse particolare come te, visto che il tuo genere è più orientato al jazz, come viene visto dai colleghi musicisti?

Anche questa è una domanda difficile a cui rispondere perché negli ultimi anni non mi sono esibito molto spesso negli Stati Uniti. Dal 2011 viaggio principalmente a livello internazionale ed eseguo la mia musica originale nei jazz club di Russia, Ucraina, Bielorussia, Lettonia e Italia. Pertanto, non ho molta familiarità con la scena musicale locale di Dallas-Fort Worth, Texas e raramente interagisco con musicisti cristiani contemporanei negli Stati Uniti poiché il mio genere oggi è lo smooth jazz. Sfortunatamente, la guerra della Russia in Ucraina mi ha costretto a cancellare tutti i concerti in Russia, Ucraina e Bielorussia all'inizio del 2022. Tuttavia, sono potuto tornare a Kiev, in Ucraina, il 30 novembre 2024 per eseguire uno spettacolo speciale per il popolo ucraino al 32 Jazz Club a Kiev, Ucraina.

Pensi che la “musica cristiana” sia più un genere musicale o un'etichetta per distinguere gli artisti che cantano lodi a Dio nei loro testi?

La "musica cristiana" è tutta incentrata sui testi che enfatizzano il rapporto tra l'uomo e Dio pronunciato dal cantautore cristiano. È il testo di una canzone, secondo la mia modesta opinione, a determinare se una canzone scritta da un cantautore cristiano è una canzone cristiana. Vorrei sottolineare e far capire che esistono sinonimi per la parola "musica cristiana". Alcuni di questi sinonimi includono le parole "musica gospel", "musica ispiratrice" e "musica spirituale". Le sottocategorie includono pop cristiano, blues, gospel contemporaneo, gospel del sud, country cristiano, rap e metal.

Se parliamo di musica cristiana, qual è il limite tra il sacro e il profano?

Secondo me, una canzone cristiana non deve necessariamente contenere parole come Dio, Gesù, Spirito Santo, Il Signore, ecc. Ho scritto canzoni cristiane senza tali riferimenti ma ho invece usato i pronomi "Lui", "Tu" e "Tuo" - in lettere maiuscole significa divinità o Signore. Finché una canzone ha tali pronomi e/o finché la canzone offre un messaggio di redenzione di natura ispiratrice, come il bene sul male, l'amore sull’odio, o pace sulla guerra, allora la canzone può essere considerata cristiana o una canzone ispiratrice, secondo me.

Per quanto riguarda il cambio di testo nel mio ultimo singolo, "Rainbow In My Heart", il testo originale della prima strofa del 1976 era: "Sei la stella del mattino, voglio essere dove sei".  Nel 2023, per passare da una canzone cristiana a una canzone d'amore, ho cambiato il testo in "tu sei la mia stella splendente, voglio essere dove sei".  Nella Sacra Bibbia, "Bright Morning Star" è un titolo usato per riferirsi a Gesù Cristo.  In Apocalisse 22:16, la Bibbia descrive Gesù come "la luminosa stella del mattino".  Questo titolo trasmette speranza e sicurezza, poiché la stella del mattino è il primo corpo celeste ad apparire dopo il tramonto e prima dell'alba. Cambiando il testo in "shining star", ho pensato al titolo di una delle mie canzoni disco preferite da ballare degli anni Settanta, "Shining Star". "Shining Star" è il titolo di una canzone del popolare gruppo americano R&B, funk e soul, Earth, Wind e Fire.  In questo caso, come nel caso della mia canzone originale, "Rainbow In My Heart", le parole "stella splendente" non si riferiscono a Gesù Cristo ma a un essere umano, trasformando così la mia canzone da un tema cristiano a un tema di una canzone d'amore su una donna.

Guarda il video: https://youtu.be/d_rSCIMwZV4?si=VNbCJzgdVi0tPzXq

Rainbow in my heart è una canzone scritta nel 1976. Perché ha deciso di registrarla 48 anni fa? Dopo? Qual è stato il fattore scatenante? La scintilla?

"Rainbow In My Heart" è stato scritto nel 1976. A quei tempi non avevo le registrazioni di tutte le mie canzoni su nastro. Né avevo gli accordi e le note di ogni canzone scritti su carta. Era troppo costoso per me registrare ogni canzone scritta. Ma il testo e la melodia di Rainbow In My Heart erano facili da ricordare negli ultimi 48 anni. Da quando ho lasciato l'industria musicale, dal 1981 al 2010, ho scritto numerose canzoni. Considerando questo, non ho bisogno di scrivere nulla di nuovo dato che ho delle buone canzoni scritte negli anni Ottanta, Novanta e 2000 che sono meravigliose nei generi Gospel/Inspirational e Smooth Jazz. Ho riportato in vita Rainbow In My Heart perché stavo semplicemente cercando nuovo materiale.

Stai lavorando come produttore al film “Our White Boy”, basato sul libro di Jerry Craft, il primo un uomo bianco che giocava a baseball semi-professionista nella West Texas Coloured League nel 1959 e nel 1960. Qual è la differenza tra scrivere una canzone e lavorare per un film?

Sono il proprietario della società di produzione cinematografica, Change-Up Pictures LLC. Sono uno dei produttori e produttore esecutivo del film Our White Boy. Attualmente siamo nella fase di pre-produzione e poiché sono un principiante nell'industria cinematografica, ho la fortuna di avere l'aiuto di due dei migliori produttori cinematografici di Hollywood. A giugno ho intenzione di pubblicare su YouTube l'intervista di Dale Hansen con Jerry Craft e Clarence Myles Jr. L'intervista di 25 minuti con il leggendario giornalista sportivo di Dallas-Fort Worth, Dale Hansen, approfondirà le vere esperienze di Jerry Craft, un uomo bianco, e dei suoi compagni di squadra di baseball neri durante le loro due stagioni con i Wichita Falls/Graham Stars.

L'intervista sarà storica. Jerry Craft, che ha 86 anni, e Clarence Myles Jr, che ha 88 anni, sono gli ultimi due compagni di squadra sopravvissuti della squadra di baseball della Negro League della fine degli anni '50. Per rispondere alla tua domanda su cosa sia più semplice, è molto più facile scrivere una canzone in un giorno... che dare vita a un film importante con un budget di 5 milioni di dollari, cosa che può richiedere diversi anni. Ho iniziato a lavorare a questo progetto nel febbraio 2022.

Hai qualche artista italiano che ascolti e con cui vorresti collaborare?

Ascolto Mario Biondi! È il mio cantante italiano preferito. Adoro la sua voce e il suo stile musicale.  Se potessi emulare un artista come cantante baritono, allora sarebbe Mario Biondi. Ho avuto il privilegio di collaborare con Emiliano Pari e Pierapoalo Rainieri quando mi sono esibito all'evento Fashion&Talent a Roma nel settembre 2019. Ho un amico che ho incontrato su Facebook che ammiro e che si esibisce nei jazz club di Roma. Il suo nome è Michaela Gazzolo. Adoro il suo modo di scrivere e il suo stile smooth jazz.

In un'intervista ho letto che da bambino hai iniziato a suonare il pianoforte grazie a tuo padre. Quale strumento suggeriresti ai bambini per iniziare?

Per quella che è la mia esperienza, consiglio a tutti i bambini di imparare uno strumento. Ero autodidatta quindi non consiglierei di imparare in questo modo. Non tutti possono imparare a suonare uno strumento da soli. Non tutti riescono a trovare la motivazione per perseguire i propri sogni musicali insegnando da soli a suonare uno strumento. Penso che sarebbe più facile cercare l'aiuto di insegnanti di musica se sei seriamente intenzionato a imparare a suonare uno strumento. Prendi lezioni private o vai a scuola e impara e ottieni la guida di insegnanti di musica.

Quanto è importante secondo te la musica come mezzo educativo?

Gli studi hanno dimostrato che i bambini coinvolti nella musica come una banda da concerto, una banda musicale o un coro vocale durante gli anni scolastici ottengono risultati migliori in matematica, scienze e lingue rispetto a quegli studenti che non sono coinvolti nell'apprendimento della musica. Ero uno studente di banda alle scuole medie e superiori. Ho suonato la tuba in una banda da concerto e in una banda musicale durante i miei sei anni di scuola media e superiore.

Contatti

https://www.instagram.com/leemaysmusic/

Vota questo articolo
(1 Vota)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto