Jazz Agenda

Tanto Jazz al Festival “Salviamo Villa Adriana”

Con artisti del calibro di Paolo Bonacelli, Chiara Caselli, Rita Marcotulli, Lucrezia Lante Della Rovere, Francesca d’Aloja, gli Asì Quartet, Pino Strabioli, Orsetta De Rossi, il Festival “Salviamo Villa Adriana”, che si terrà dall’11 luglio al primo agosto, è stato voluto dal “Comitato Salviamo villa Adriana” in seguito alla decisione della Regione Lazio di sopprimere, con la cancellazione del relativo ­finanziamento, il “Festival internazionale di Villa Adriana”, il cui cartellone ha potuto vantare anteprime mondiali di altissimo livello (ricordiamo, fra le altre, IDIOTAS e CALIGULA del grande regista lituano Nekrosius). E’ fatto ormai noto che tale decisione della Regione Lazio di chiudere un Festival così prestigioso ha coinciso con quello che era il progetto, per fortuna ora scongiurato, di aprire una discarica a soli 700 metri dalla Villa Imperiale di Adriano, dando così continuità a una politica di devastazione di un territorio di straordinario valore, già pericolosamente degradato. Per questo, il Comitato Salviamo Villa Adriana, nato spontaneamente tra i cittadini del posto per contrastare il progetto della discarica insieme ad alcune realtà già operanti in zona per la tutela dell’ambiente e del territorio quali Legambiente, Italia Nostra e Fai, ha deciso di continuare la propria attività, divenendo un comitato permanente, con l’intenzione, nel tempo, di dar vita a una serie di iniziative stabili e importanti per il territorio, tra le quali appunto la nascita di questo Festival, ­finalizzato a sensibilizzare il pubblico sul valore e sulle potenzialità economico turistiche del territorio dell’Agro Romano Antico, della sua storia, della sua cultura, dei suoi prodotti enogastronomici. Il Festival è organizzato con la collaborazione di Save Italy, movimento internazionale culturale e di opinione,che Philippe Daverio ha lanciato con lo scopo di tutelare e preservare il nostro immenso patrimonio culturale attraverso la creazione di una coscienza e una consapevolezza collettiva del fatto che i preziosi beni della nostra penisola sono un patrimonio del mondo intero che deve essere salvato con l’aiuto di tutti.

Il Festival si svolgerà dall’11 Luglio al 1 Agosto e prevede spettacoli di teatro, prosa, musica dal vivo, letteratura e libri, premiazioni e degustazioni di prodotti locali. Tutti gli spettacoli prenderanno vita all’Arena Anfiteatro di Bleso messa a disposizione dal Comune di Tivoli che ha concesso il suo patrocinio. Per libri e degustazioni sarà invece il Tempio di Vesta a Villa Gregoriana ad ospitarle. Gli spettacoli e le presentazioni, tutti ad ingresso gratuito, saranno concentrati nelle giornate del lunedì, martedì e mercoledì con inizio alle 21,30. Il 25 luglio Franca Valeri presenterà un suo nuovo monologo, scritto appositamente per il Festival, dal titolo “La madrina di Adriano” Paolo Bonacelli insieme tra gli altri a Urbano Barberini sarà tra i protagonisti del “Processo a Giulio Cesare” di Corrado Augias e Vladimiro Polchi che inaugura il Festival l’11 luglio. Chiara Caselli e la pianista Rita Marcotulli presenteranno il primo agosto  “La rosa bianca” – Note che parlano, parole che suonano: una serata dedicata a Tonino Guerra. Lucrezia Lante Della Rovere e Francesca d’Aloja porteranno in scena il 17 luglio “Parla Franca”, un omaggio alla madrina del Festival Franca Valeri. Il 18 luglio sarà la volta del  il quartetto jazz degli Asì che presenterà il suo ultimo Cd prodotto dalla Jando Music.

TUTTI GLI EVENTI SONO A INGRESSO GRATUITO
Per ulteriori informazioni contattare:
U­cio Stampa e Organizzazione
E‑eCi & Associati – tel: +39.06\47.82.46.42
http://www.e‑eciassociati.it
Per la programmazione completa: www.salviamovilladriana.it

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS